Pasta al nero di seppia

Questo piatto è diffuso in tutta la Sicilia con piccole varianti. Quella che faccio io è la più diffusa nella parte occidentale dell’Isola. Così io l’ho mangiata da Palermo a Trapani, isole Egadi comprese, e così me l’ha insegnata una donna di San Vito Lo Capo, patria del couscous. E proprio a San Vito ritorno con la memoria (ognuno ha la sua madeleine) quando mangio gli spaghetti col nero, perché proprio qui li mangiò per la prima volta Marta, la mia nipotina, che piccolissima gradì il piatto, sporcandosi da capo a piedi.

Ingredienti per 4-6 persone

2 seppie da 400 g ciascuna, 500 g di spaghettoni, 1 spicchio d’aglio, 50 g di estratto di pomodoro, 150 g di concentrato di pomodoro, 1 cipolla bianca di media grandezza, 1 ciuffo di prezzemolo, ½ bicchiere di vino bianco, Peperoncino, olio e sale qb.

Preparazione

Fare pulire dal pescivendolo le seppie tenendo da parte la sacca del nero ed eliminando la pelle che avvolge la testa. Lavare bene le seppie e tagliuzzare i tentacoli. In una casseruola preparare la cipolla “ngranciata”. Aggiungere l’aglio tritato a punta di coltello e farlo soffriggere appena. Unire i pezzetti di seppia per farli rosolare a fuoco medio. Bagnare col vino e lasciare sfumare. Aggiungere l’estratto, precedentemente sciolto in una tazza con acqua tiepida, il concentrato, circa 3 bicchieri d’acqua e lasciare cuocere per 30 minuti. Aggiungere il nero della seppia, dopo averlo tirato fuori dalla sacca capovolgendolo con le dita. Cuocere per altri 10 minuti, regolando di sale con l’aggiunta di peperoncino. La salsa deve essere ben ristretta. Condire la pasta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...