Pasta e fasioi

Na volta, quando che se lavorava tuto il dì come mussi, le mugiere venessiane le meteva 250 gr de codeghe de porçel a strissete, o de luganega, e/o 50 gr de lardo pestà. Ma farla cussì desso, par smaltirla, ti dovarissi corer na maratona!

Ingredienti (4 persone) e Preparazione

Sta minestra bisogna farla in t’una tecia de teracota, co’l so bravo covercio che’l stropa ben. Metar in t’una pignata 1/2 Kg de fasioi freschi. Coverzer abondantemente, zontarghe un poco de ogio crudo (mezo bicer), na segola pestada, sedano, carota. No sal. Metar la pignata coverta su bronze no tanto ardenti e lassar bogiar a pian pianeto, fin che i fasioi no i se gabia squasi desfà, e zontarghe un cuciar o do de pomidoro passà. Se usa anca, per farla vigner più fissa, de passar, col tamiso o el passaverdure, un pochetti de sti fasioi par metterli, in puré, drento la minestra. A sto punto butar zò le tagiadele, 20 menuti de cotura, e zontarghe formagio gratà. Na volta, quando che se lavorava tuto il dì come mussi, le mugiere venessiane le meteva 250 gr de codeghe de porçel a strissete, o de luganega, e/o 50 gr de lardo pestà. Ma farla cussì desso, par smaltirla, ti dovarissi corer na maratona!

Provenienza della ricetta

S. Erasmo, Venezia, famiglia.

Cosa rappresenta per te questa ricetta?

Mamma, nonni.

Chi sei?

Stefano, nato a Venezia, residente a Firenze. 54 anni. Un musico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...