Pasta al forno con le patate

Le ricette del cuore non le dimentichi mai... Ti basta un momento di silenzio, un attimo di solitudine, il pensiero di un profumo per farle tornare alla mente. Ti basta un fragile ricordo, una risata, una serata a casa ai fornelli. Così io, spesso, sfogliando il "Libro delle ricette mai perdute" penso a questa ricetta.

Ingredienti per 6 persone e Preparazione

1 kg di pasta; perchè un chilo di pasta, per nonna Maria, non sarà mai troppo per sei persone. Perchè se poi “finisci il piatto”, “main la nonn picchj n’alt e picchj. Mengj ch’ a da crescj!”, ½  kg di patate, 1 kg di pomodori, aglio, cipolla per SOFFRITTO, scamorza stagionata, prezzemolo, pepe, olio.

Nonna Maria cucinava da Dio. Ricordo ancora tutti i pranzi passati a casa sua… Di solito andavo a trovarla di giovedì; per me era il giorno della festa. Così, appena finita la scuola, tutti i giovedì mi attendeva sul tavolo questa prelibatezza. Non so se questa fosse, per lei, la variante della classica “tiella barese”, ma per me rappresentava la pace dei sensi. Solo lei sapeva preparare quel piatto, in quel modo, con quel sapore magico. Cosicchè un bel giorno, finito il liceo, ebbi la fortuna di assistere alla preparazione.

Innanzitutto partiva dal soffritto; poi ci aggiungeva ila passata di pomodoro e cucinava a fuoco lento aggiungendo del sale e un po’ di pepe. Lei, poi, lessava le patate, tagliate in pezzi di dimensioni variabili, con la pasta. Salava (assaiiiii!!!) e scolava. Univa il tutto alla sugo e lo faceva delicatamente rotolare nella tiella. Ci aggiungeva pezzi di scamorza e prezzemolo. Come se non bastasse ancora olio e pepe… A volontà!

Infine, per decorare il tutto, creava uno strato di pomodori “scattati”, ossia pomodori divisi a metà e schiacciati, con una spolveratina di padano grattugiato misto a pangrattato. Meno di mezzora in forno…ed ecco che la pasta si faceva arte.

Io, davvero, non so dirvi quale fosse l’ingrediente magico… Se le sue mani, il suo pensiero o le patate… So solo che ogni qual volta sono triste e mi sento lontano da casa, penso a questo piatto e sto bene. Sì, perché penso sia questa la magia della tua terra, della tua casa, della tua famiglia: non farti sentire solo; farti sentire parte del tutto.

A dicembre, nonna Maria ci ha lasciati. La sua ricetta, però, me la fa sentire sempre vicina… E’ per questo che la porto nel cuore. E’ la mia ricetta del cuore.

Provenienza della ricetta

Trani.

Cosa rappresenta per te questa ricetta?

La mia terra.

Chi sei?

Sara, nata a Trani, residente a Foggia, 23 anni, studentessa.

Semplicemente Sara.

Advertisements

2 pensieri su “Pasta al forno con le patate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...