Orecchiette alle 100 spezie del Mediterraneo

Il ricordo del mare è un’esperienza personale.

Ingredienti per una persona

Le 100 spezie che in realtà sono un po’ meno, dipendono dalla raccolta stagionale sul davanzale della finestra bagnata da un sole plumbeo e basso. Anche le verdure sono variabili, ma queste dipendono dall’ispirazione nelle interminabili isole di giganti multinazionali store, dove il cibo è multiregionale, tropicale, preconfezionato, spesso precotto. In genere preferisco i corti e morbidi asparagi del Kent e i pisellini di Chissàdove … Qualche volta anche le zucchine Vattelapesca sono buonissime. Comunque la ricetta è semplicissima per chi torna a casa tardi, trafelato e non ha tempo da perdere.

Preparazione

Quindi, rapido soffritto con spicchioni di cipolla rossa del Lincoshire (famosa per le distese colture di cavolacee che emanano per il paese Boston un caratteristico profumo di tradizioni terrestri), aglio e peperoncino a pezzettini (Reggio Calabria). Pochissimi minuti per il soffritto; la cipolla abbondante fa parte delle verdure… Si aggiungano le verdure stagionali dei mondi lontani tagliate a pezzettini, non troppo sottili, sennò, di che cazzo sa sta pasta e si cuoce a fuoco lento sulla piastra elettrica che ovviamente non ha fuoco e non concepisce il lento. E mentre fai bollire abbondante acqua non salata perché’ il sale inturgidisce le arterie ma non le vene….aggiungi le mille spezie mediterranee dosandole sapientemente. Il prezzemolo, ovviamente, il basilico, l’origano di Otranto che la nonna ha aggiunto nell’ultimo pacco spedito dal Salento e fondamentale la foglia di alloro spezzettata. Strappo alla regola, abbondante pepe dello Sri Lanka, perla dell’Oceano Indiano dove il piatto di curry più leggero lo usano per detonare motori a scoppio. La pasta, orecchiette “Tesco finest” importata da Gragnano 250 grammi per persona visto che il piatto funge da primo, secondo di verdure e contorno. Con un po’ di tentativi si raggiunge l’equilibrio perfetto fra le allegre speziette e lo sballo è assicurato.

Provenienza della ricetta

Inventata a Boston (UK) un anno fa e non mi sono ancora stancato di lei.

Cosa rappresenta per te questa ricetta?

Un ricordo della baia dell’Orte. In base ai ricordi di una costa bagnata dal sole che non vedi da anni e che rende la tua ricetta una passeggiata all’Orte. Vabbè, questa più che la ricetta del cuore è la ricerca del profumo mancante, nel senso che in Inghilterra quali profumi puoi trovare se non spezie importate da clandestini, migranti o spacciatori, trafficanti di profumi d’oltre mare. Così, poco avvezzo alle spezie asiatiche, provo a coltivare un  po’ d’erba a casa per cucinarmi le Orecchiette alle 100 spezie mediterranee.

Chi sei? 

Luigi De Michele, vivo Boston (UK), nato a Otranto (LE), 43 anni, un uomo, un medico, un viaggiatore.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...